Il volo del tenente Malinow­ski

PZL P.23 Karas

 

 

Nelle prime ore di sabato 2 settembre 1939, il tenente Malinow­ski (4la Squadriglia Ricognitori dell’Armata Mod­lin), riceve l’ordine di accertare i movimenti della III Armata tedesca (generale von Kuchler) nella zona Hohenstein-Neidenburg-Wil­lenberg (Prussia Orientale). Decolla dal campo di Zdunowo, circa 20 km a nord di Modlin con un PZL P.23 Karas armato con otto bombe da 50 kg, le prime che cadranno sulla Germania.

 

« Alle 9,40 sorvolammo la fron­tiera polacca. A destra l’argenteo sole autunnale; regnava il più completo sereno. Alle 10,10, avvistata la prima unità tedesca più consistente. Un reparto della cavalleria. Alle 10,25, un’autocolonna, lunga circa 2 chilometri, sulla strada Willenberg-Chorzele. I tedeschi aprirono un fitto fuoco contraereo. Le su­perfici portanti mostrarono alcune perforazioni. Facemmo rotta su Hohenstein; nei pressi della città fitto traffico di automezzi, poi sorvolammo il mo­numento di Tannenberg e virammo su Neidenburg. In cielo era ancora tutto tranquillo. Di sotto, fumava un lungo treno di truppe, sulla linea di Allenstein in direzione Neidenburg. Alle 10,50 nella tinozza ci sgattaiolai io; misi a punto l’apparecchiatura di mi­ra delle bombe e diressi il pilota sulla stazione fer­roviaria. Sorvolammo la città, e quando nel conge­gno di mira comparvero le istallazioni ferroviarie, pigiai il tasto di sgancio. Le otto bombe scesero fulminee verso terra. Nel medesimo istante apri il fuoco la contraerea. Le bombe piombarono esattamente sull’obiettivo. Tra le rotaie e i vagoni del convoglio gremito di truppe si alzarono le nubi delle esplosioni. A volo radente filammo via in direzione di Mlawa. Alle 11,27 il nostro Karas atterrava a Zdunow. Ignoravo, naturalmente, che questo sarebbe stato l’unico nostro bombardamento aereo della “campagna di settembre” su territorio tedesco ».

http://www.squadratlantica.it/