Friederich contro Wellington

 Vickers Wellington

 

 

Esperienze acquisite con l'incursione aerea inglese del 18-12-1939

 

1) Si sono presentati quali avversari aerei da bom­bardamento inglesi del modello Wellington della Vickers. Il nemico volava a squadriglie scaglionate in colonna, a disposizione leggermente graduata, posteriormente abbassata. Quota in volo d’avvici­namento 4000 m.

 

2) In combattimento, i piloti inglesi nella maggio­ranza dei casi per sganciarsi sono scesi a volo ra­dente fino a 2-5 metri sul mare. È stata notata una sola squadriglia che ha mantenuto la propria quota in combattimento e durante il volo di sganciamento.

 

3) In combattimento, le formazioni inglesi hanno serrato i ranghi. In parte, nella manovra di difesa hanno momentaneamente mutato rotta. Alcuni ae­rei avevano fatto uscire una Bola (postazione di mitragliatrici ad uscita verso il basso) con due mi­tragliatrici.

 

4) Si è notato che quasi tutti gli aerei hanno esegui­to, sotto attacco, lo sganciamento di fortuna, in mare, delle bombe, che non sono esplose.

 

5) La tinteggiatura degli aerei è nettamente distin­guibile da quella tedesca. Predomina la mimetizza­zione a strisce ondulate marroni, verdi, gialle. Per la prima volta si sono notati contrassegni nazionali nitidi, situati sui due lati della fusoliera.

 

6) In genere, si è potuta rilevare una velocità di 300 km orari in volo orizzontale e di 370-380 km orari in picchiata. Il Bf 110 è in grado di raggiungere e superare agevolmente questo modello inglese, il quale, anche in picchiata, è così suscettibile di nu­merosi attacchi laterali.

 

7) Il bombardiere Vickers Wellington ha il suo maggiore potenziale di fuoco in coda, anche se si è notato fuoco difensivo proveniente da prua. I mi­traglieri inglesi hanno sparato molto bene. I nostri caccia hanno vinto soprattutto attaccando sui lati. Se costretti ad attaccare in coda, si è talora riusciti a eliminare i mitraglieri di poppa, sparando con l'alzo di maggiore distanza (400 m). Nei casi suddetti si è poi potuto accostare, senza subire reazioni. Non si è notata reazione proveniente dalla Bola.

 

8) Gli aerei inglesi hanno mantenuto fermamente la rotta: le loro squadriglie si sono sbandate solo sotto l'attacco durissimo. Gli inglesi rimasti isolati dopo aver sbandato hanno sempre tentato di ricongiun­gersi al più presto alla rispettiva formazione..

 

9) Il modello Vickers Wellington è sensibilissimo al fuoco. Le nostre armi hanno potuto incendiare fa­cilmente motori e serbatoi, ma si è potuto notare che prendeva agevolmente fuoco anche il rivestimento della fusoliera.

Dei motori e serbatoi incendiati alcuni sono esplosi, altri sono bruciati lentamente con sviluppo di fumo. Il fuoco divorava poi lentamente il rivestimento e le superfici portanti.

 

Frontnachrichtenblatt der Luftwaffe Nr. 3

(Bollettino dal fronte della Luftwaffe n.3)

 

 

http://www.squadratlantica.it/