Giugno 1943

1.6. Due formazioni di cacciabombardieri FW.190, composte rispettivamente da 20 e 10 velivoli, attaccano le città britanniche di Margate e Ni­ton.

 

1/30.6. Sul fronte orientale, sal­vo all’inizio del mese nel settore del gruppo d’armate « A », si registra­no solo azioni locali. Unità del gruppo d’armate Centro concludono un’operazione di rastrellamento con­tro partigiani sovietici, a sud-ovest di Brjansk.

 

Sommergibili tedeschi affondano in Atlantico, Mediterraneo e Oceano Indiano, 20 mercantili alleati per complessive 86.807 t.

 

Sommergibili giapponesi affonda­no, nell'Oceano Indiano, 5 unità per 26.821 t. ed altre 4 (di cui 2 adibite al trasporto truppe) nel Pacifico per altre 20.431 t.

 

3/4.6. Prima di quattro incursioni della Luftwaffe sul complesso industriale per la produzione di carri armati “Molotov” di Gor­ki - Avtosavod: 168 bombardieri decollati (K.G. 3, 27, 55, I/K.G. 100 e III/K.G. 4 della 4.a Luftflotte  e III/K.G. 1, II/K.G. 4 e II/K.G. 51 della 1.a divisione aerea), 149 sull’obiettivo, 5 abbattuti, 224 t. di bombe sganciate. L’obiettivo è al limite dell’autonomia operativa dei bombardieri tedeschi che per raggiungerlo debbono compiere un’ampia diversione per evitare le difese antiaeree di Mosca. Finalità è bloccare, in vista dell’offensiva estiva tedesca, le capacità produttive del grande complesso industriale, che insiste su una superficie di 4 km. quadrati ed è uno dei pochi a non essere stato trasferito oltre gli Urali,.

 

4/5.6. Seconda incursione della Luftwaffe sul complesso industriale “Molotov” di Gor­ki – Avtosavod: 128 bombardieri impiegati, 2 abbattuti, 179 t. di bombe sganciate.

 

5.6. Massiccio bombardamento aereo americano su La Spezia.

 

5/6.6. Terza incur­sione della Luftwaffe sul complesso industriale “Molotov” di Gor­ki – Avtosavod: 154 bombardieri impiegati, 1 abbattuto, 242 t. di bombe sganciate.

 

7/8.6. Quarta incur­sione della Luftwaffe sul complesso industriale “Molotov” di Gor­ki – Avtosavod: 20 bombardieri impiegati, 39 t. di bombe sganciate.

 

9/10.6. Incursione della Luftwaffe sulle industrie produttrici gomma sintetica di Jaroslavl:

132 aerei decollati, 109 sull’obiettivo,190 t. di bombe sganciate.

 

10.6. Inizio della « Combined Bomber Offensive » contro la Ger­mania, decisa nel corso della Conferenza di Casa­blanca: bombardamenti diurni di precisione dell’USAAF ed incursioni notturne della R.A.F. Viene considerata prioritaria la lotta contro i capisaldi ed i centri di produzione degli aerei da caccia.

 

11.6. Capitolazione della guarnigione italiana (for­te di circa 11.000 uomini) di Pantelleria (contrammiraglio Gino Pa­vesi), pur senza aver esau­rito le risorse difensive. Nel corso di 5.285 missioni gli aerei alleati han­no sganciato sull’isola 6.200 t. di bom­be. Sbarco di unità della 1.a divi­sione britannica.

 

11/12.6. Incursione della R.A.F. su Düsseldorf: 783 aerei decollati, 693 sull’obiettivo, 38 abbattuti (27 di cui dalla caccia notturna), 1.968 t. di bombe sganciate. Si sviluppano estesissimi incen­di, 120.000 senzatetto.

 

12.6. Capitolazione della guarni­gione italiana di Lampedu­sa.

12/13.6. Incursione della R.A.F. su Bochum: 503 aerei decollati, 454 sull’obiettivo, 24 abbattuti, 1.507 t. di bombe sganciate. Vaste distruzioni nelle aree industriali e nei quartieri d’abitazione.

 

13.6. Bombardieri dell'8.a USAAF attaccano Kiel e Brema.

 

13/14.6. 70 cacciabombardieri te­deschi attaccano Grimsby.

 

14/15.6. Incursione della R.A.F. su Oberhausen: 203 aerei decollati, 165 sull’obiettivo, 17 abbattuti, 573 t. di bombe sganciate. Danni a 25 instal­lazioni industriali, 1.000 case d'abita­zione distrutte, 5.000 gravemente danneggiate.

 

16.6. Hitler decide l’inizio dell’attacco alle forze sovietiche nel settore di Kursk (operazione « Zitadel­le »).

 

16/17.6. Incursione della R.A.F. su Co­lonia: 212 aerei decollati, 179 sull’obiettivo, 15 abbattuti, 656 t. di bombe sganciate.

 

17.6. Conclusione in Montenegro dell’operazione « Schwarz » iniziata il 15.5: il comando tedesco rileva 5.697 parti­giani uccisi (che in realtà am­montano ad oltre 12.000); tuttavia un forte gruppo partigiano è riuscito a sfuggire all’accerchiamen­to ed a raggiungere combattendo il settore in­torno a Travnik e Bihac, controllato dalle forze comuniste.

 

20/21.6. Incursione della Luftwaffe sulle industrie produttrici gomma sintetica di Jaroslavl: 88 aerei impegnati, 134 t. di bombe sganciate.

 

21.6. Incursione aerea americana su Napoli.

 

21/22.6. Incursione della R.A.F. su Krefeld: 705 aerei decollati, 661 sull’obiettivo, 42 abbattuti, 1.956 t. di bombe sganciate. È la prima effettuata con modalità « shuttel bombing » i velivoli, decollati da basi britanniche atterrano in Africa settentrionale.

 

22/23.6. Incursione della R.A.F. su Mülheim an der Ruhr e Oberhausen: 557 aerei decollati, 499 sull’obiettivo, 35 abbattuti, 1.643 t. di bombe sganciate.

 

23.6. Il generale Claude J. E. Au­chinleck viene nominato comandan­te supremo delle forze britanniche in India, subentrando al maresciallo Archibald P. Wavell, cui viene attribuita la cari­ca di viceré.

 

24/25.6. Incursione della R.A.F. su Elberfeld: 630 aerei decollati, 554 sull’obiettivo, 34 abbattuti, 1.663 t. di bombe sganciate.

 

25.6. L’inizio dell'operazione « Zi­tadelle » viene fissato per il 5.7.

 

25/26.6. Incursione della R.A.F. su Gelsenkirchen: 473 aerei decollati, 424 sull’obiettivo, 30 abbattuti, 1.291 t. di bombe sganciate.

 

28.6. A Mosca la « Lega dei Pa­trioti Polacchi », sotto controllo sovietico, avanza la pretesa di ces­sione alla Polonia dell’Alta Slesia,di Danzica e della Prussia occiden­tale.

 

28/29.6. Incursione della R.A.F. su Colonia: 608 aerei decollati, 540 sull’obiettivo, 25 abbattuti, 1.614 t. di bombe sganciate.

 

29/30.6. Incursione della Luftwaffe, effettuata da 103 Ju.88 della 2a Luft­flotte, sul porto algerino di Bona.

 

30.6. Il comandante dell’Armia Krajo­wa (Esercito nazionale), principale formazione della resistenza polacca, generale Stefan Rowecki viene arre­stato dalla Gestapo. Gli succede il generale Tadeusz Bór-Komorowski.

 

Sbarchi americani su Rendeva e Nuova Georgia (Arcipelago delle Salomone).

http://www.squadratlantica.it/